IL NUOVO QUINTINO SELLA

I lavori per la costruzione della nuova capanna, l'attuale Rifugio Quintino Sella, ebbero inizio nel 1980 e durarono 2 anni, fino all'inaugurazione della struttura il 29 agosto 1981.
La struttura in legno lamellare è stata realizzata dalla ditta Arch Legno di Ascoli Piceno. Questa copre una superficie di m. 19,20 x m. .6,40: al piano terreno sono ubicati i locali di uso comune, cucina, sala di soggiorno, entrata e servizi, mentre i due piani superiori sono adibiti a camere e dormitorio. La nuova capanna può ospitare 140 persone, per la sua realizzazione sono stati trasportati, tramite elicottero, 1.200 quintali di materiale.
Nel corso degli anni la capanna è stata ulteriormente aggiornata con la costruzione di un corpo esterno adibito a servizi igienici e la conseguente installazione di una fossa Imhoff per la depurazione dei liquami. Per motivi di sicurezza e di facilità di accesso, in particolare con neve e ghiaccio, è stata posata una corda fissa con funzione di corrimano su tutta la lunghezza della cresta e si è provveduto alla costruzione di un ponticello in legno.

La capanna Sella oggi

Nel 1993 viene programmato un ulteriore ampliamento del rifugio: all’edificio esistente viene aggiunto un nuovo modulo di m. 6,40 x m. 6,40. Grazie a questo ampliamento si ricava a piano terra la nuova cucina: ampia e spaziosa, è interamente piastrellata con mobili in acciaio, così da ottemperare ai requisiti richiesti dalle nuove normative. I piani superiori diventano, invece, gli alloggi dei gestori, il magazzino e il deposito del rifugio.
Nel 1994, grazie ad un progetto sperimentale del Centro Ricerche ENEL, la capanna viene dotata di un impianto a pannelli solari. Tale attrezzatura è in grado di erogare ben 3,5 KW a 220 Volt per circa 8 ore al giorno, fornendo così l'energia necessaria a gran parte del fabbisogno del rifugio.
La lunga "Storia del Rifugio Quintino Sella al Felik", per ora, si ferma qui. E' passato più di un secolo, tanti sono stati i venti e le tormente che hanno flagellato la capanna, tante le storie e gli avvenimenti che si sono succeduti.

Come attuali gestori del rifugio, riteniamo giusto e doveroso rivolgere un ricordo e un pensiero di gratitudine a quanti, responsabili, ideatori, costruttori e custodi, si sono adoperati per costruire e mantenere il rifugio in completa efficienza. Tante le persone, spesso anonime, che hanno prestato la loro opera per migliorare la capanna Sella.

La zona bar/ristorante

E' grazie all'intuito, alle fatiche, alla tenacia e all'amore per la montagna di tutte queste persone che è stato possibile realizzare questo magico sogno, il Rifugio Quintino Sella al Felik e la sua lunga storia.


          
Ghiacciaio del Felik, Gressoney, Aosta, 11020, Italia
+39 0125 366113
Passa al sito desktop
sc